Casella di testo: Casella di testo: DIZIONARIO TECNICO
Casella di testo: Asta: stanga, detta anche aspetta, elemento sporgente dal ceppo cui è collegata una corda per mettere in movimento la campana. Nei sistemi a slancio è inserita in una struttura a triangolo chiamata cicogna o bilancia. Nei sistemi a concerto (inglese, ambrosiano, veronese) e con la recente elettrificazione viene spesso sostituita dalla Ruota.

Battaglio o Batacchio (dal latino "Bataculum"): elemento in ferro sospeso internamente alla campana che urtando contro gli opposti bordi la fa vibrare e quindi risuonare. Anticamente veniva assicurato all'asola mediante un nervo di bue o una striscia di cuoio, recentemente vengono usati rinforzi e cavetti in acciaio (per assicurare cadute accidentali).   
 E’ Composto da tre elementi: Anello; Fusto; Boccia
Anello: è posto all'estremità superiore per l'aggancio alla maniglia posta nel "cielo" della campana, tramite una fascia di cuoio o di canapa.
Fusto: corpo del batacchio che si allarga progressivamente verso il basso,  per sopportare adeguatamente le vibrazioni indotte dall'urto con la campana.
Boccia: ingrossamento rotondeggiante del fusto che costituisce il corpo contundente che imprime l'urto alla campana permettendole di vibrare.
 
Bocce: pomi (di solito 3) che vengono imbullonati al di sopra del contrappeso nel sistema ambrosiano e sue derivazioni

Ceppo: struttura anticamente in legno, oggi in ghisa o acciaio, a cui viene fissata la campana basculante.

Contrappeso o Scatola dei contrappesi: parte superiore del ceppo ambrosiano che, riempita con piastre di ferro, bilancia rallentando la rotazione della campana.

Isolatore: pezzo di legno che svolge una importantissima funzione in tutte le campane soggette a movimento. Esso è infatti posto fra le maniglie della campana ed il ceppo; assorbe le vibrazioni che arrivano all'estremità superiore della campana, le quali altrimenti verrebbero trasmesse al ceppo superiore.

Incastellatura: Il suo compito è quello di supportare tutto il peso del concerto, nonché di ripartire il peso delle campane in maniera uniforme.   L'assenza di ammortizzatori provoca profonde fessure nella struttura muraria, tali da rendere necessarie serie opere di consolidamento del campanile.

Maniglie: dette anche anse. Formano la corona superiore, riccioli bronzei che si trovano superiormente alla campana per collegarla al ceppo (se basculante) o al trave (se fissa) tramite sbarre in ferro e bulloni.

Motore: Dispositivo elettronico posto sotto la campana e comandato da una centralina alla base del campanile che trasmette l'impulso di movimento mediante una cinghia alla ruota. Muovendosi la catena del motore, la campana viene mossa a slancio, a distesa o portata a bicchiere.

Perni: sono 2 cilindri che sporgono ai lati del ceppo e che, alloggiati nei cuscinetti a sfera, permettono il movimento.

Punto di Battuta: Posizione in cui il battaglio colpisce la campana al fine di provocarne il suono. La posizione corretta del punto di battuta è - normalmente - determinata scientificamente mediante appositi calcoli tecnici. Empiricamente può considerarsi corretta la posizione che si trova tra 2 e 3 cm sopra lo spigolo interno della campana. Se il battaglio è troppo lungo o troppo corto, il punto di battuta cade in posizioni scorrette con pericolo di danno per il bronzo e ridotta resa fonica.

Ruota: viene collegata o a destra o a sinistra del ceppo e della campana. Nella sua gola scorre la corda se la campana è suonata manualmente, oppure una catena lubrificata se è presente un'automazione elettrica. Nelle campane prive di ruota troviamo l'asta.



Gallone: Torna a 
AUTOMATISMI
Elettromeccanica Coos